• PrimaRiga

COVID-19. A RISCHIO L’APERTURA DI TEATRI E CINEMA?


L’aumento dei casi e la curva epidemiologica che fatica ad abbassarsi potrebbero mettere a rischio alcune delle disposizioni del nuovo DPCM che prevede, tra gli altri provvedimenti, la riapertura di teatri e cinema fermi ormai da un anno.


[Photo by Felix Mooneeram]

Firmato dal presidente Mario Draghi il 2 marzo e in vigore dal 6 marzo al 6 aprile 2021, il decreto ha annunciato, a partire dal 27 marzo nelle zone gialle, la possibilità di apertura dei musei anche il sabato e nei giorni festivi. Inoltre, sempre da fine mese, la riapertura di teatri e cinema, con posti a sedere preassegnati, nel rispetto delle norme di distanziamento e con una capienza mai superiore al 25% di quella massima, fino a 400 spettatori all’aperto e 200 al chiuso per ogni sala.


La riapertura, auspicata anche dal ministro Dario Franceschini che aveva chiesto un incontro con il Comitato tecnico scientifico, era stata chiesta a gran voce dagli operatori culturali attraverso lettere e petizioni.


Le nuove possibili restrizioni (richieste già a gennaio dall’Istituto superiore di sanità ma in quell’occasione respinte dalle regioni), al vaglio proprio in queste ore, suggerirebbero però zone rosse automatiche superati i 250 casi su 100mila abitanti e restrizioni nel week-end in tutta Italia.



La redazione


Sullo stesso argomento:

COVID-19. IL MONDO DELLA CULTURA: RIAPRITE CINEMA E TEATRI!

COVID-19. PRIMARIGA DALLA PARTE DEGLI OPERATORI CULTURALI

9 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Non perderti le nostre interviste.

Clicca qui e scopri tutti gli ospiti della rubrica
UN APERITIVO CON PRIMARIGA

linkedin.png

Via Sardegna 7, 25124

Brescia

Italia